Parlando di Energia Femminile…

Per tutte quelle figlie e le donne…
la prova vivente che l’anima,
nonostante le delusioni d’amore,
nonostante le scelte sbagliate,
nonostante gli scontri e le ferite…
l’anima torna ancora a vivere,
vive ancora e con grande vitalità…

Per tutte quelle figlie e le donne…
la cui saggezza è infusa nel loro corpo
e nella loro anima dalla nascita
e rappresenta sia la loro eredità dorata
sia la loro scintilla d’oro.

Per tutte quelle figlie e le donne…
la prova vivente che ognuna di loro
è come un grande albero che,
grazie alla sua capacità di muoversi
invece di restare immobile,
può sopravvivere alle tempeste
e ai pericoli più terribili…
e rimanere ancora in piedi,
ritrovare ancora il suo modo
di ondeggiare nel vento,
di continuare la danza.

Per tutte le donne che stanno imparando
a diventare “normalmente maestose”,
sagge, selvagge e pericolose
come sono chiamate ad essere…
creare dalle ceneri, proteggere quelle arti, idee e speranze
che non possiamo permettere di scomparire dalla terra.

Per tutto questo,
possiamo vivere a lungo e amarci l’un l’altra,
giovani da vecchie e vecchie da giovani,
per sempre.

La Danza delle grandi madri – C.P.Estes

Trappola otto: la danza incontrollata, ossessione e dipendenza

“…C’è una voce selvaggia che vive dentro tutti noi, una voce che sussurra: Resta qui abbastanza a lungo….resta qui abbastanza a lungo da far rinascere la speranza, da far cadere il tuo gelo terminale, da abbandonare le mezze verità e avanzare lentamente, intagliare e conquistare un passaggio, resta abbastanza a lungo per diventare forte, tentare la prova che funzionerà, resta qui abbastanza a lungo da arrivare alla finitura, non importa in quanto tempo o con quale stile….
(leggi di più cliccando sul titolo)

Trappola sette: finzione, tentativo di essere brave, normalizzazione dell’abnorme

“…Il problema con “l’essere brave” allo spasimo è che non risolve la sottostante questione dell’ombra, che di nuovo si solleverà come uno tsunami, come un’ondata gigantesca, e che ricadrà distruggendo tutto ciò che troverà sul suo cammino. Nell’”essere brava” la donna chiude gli occhi di fronte a tutto quanto è incallito, distorto o nocivo all’intorno, e cerca semplicemente di conviverci. I suoi sforzi per accettare questo stato abnorme ledono i suoi istinti a reagire, a sottolineare, a cambiare, a incidere su quello che non è giusto…
(leggi di più cliccando sul titolo)

Trappola sei: umiliazione di fronte alla collettività, ribellione dell’ombra

“…Talvolta la collettività fa pressione sulla donna perché sia una “santa”, sia illuminata, sia politically correct, perché “tenga”, in modo che ogni suo sforzo equivalga a un’opera completa. Se ci umiliamo di fronte alla collettività e ci sottomettiamo alle pressioni volte a ottenere una stupida conformità, saremo protette dall’esilio, ma nel contempo metteremo in pericolo proditoriamente la nostra vita selvaggia….
(leggi di più cliccando sul titolo)

Trappola cinque: tentativo di vita segreta, scissione

“….L’agire furtivamente si dà quando la donna sopprime ampie parti del Sé fra le ombre della psiche. Secondo la psicologia analitica, la repressione degli istinti positivi e negativi, dei bisogni e dei sentimenti nell’inconscio fa sì che questi dimorino nel regno delle ombre. Mentre Io e Super-io tentano di continuare a censurare gli impulsi, la pressione causata dalla repressione è come una bolla sulla parete di uno pneumatico…..
(leggi di più cliccando sul titolo)

Trappola tre: il tesoro bruciato, hambre del alma

Ci sono fuochi di gioia e fuochi di annientamento. I primi sono di trasformazione, gli atri di decimazione. E’ il fuoco della trasformazione quello che noi vogliamo. Però molte donne accettano di essere troppo in ordine, troppo carine, troppo compiacenti nei confronti dell’altrui modo di vedere il mondo…
(leggi di più cliccando sul titolo)