La frattura

… Accade, a volte nella vita, che ti si apre un mondo… e questa “apertura” cambia ogni cosa, soprattutto cambia i nostri valori e la nostra esistenza … Il problema è che le persone che ci sono intorno, a volte anche quelle che questa apertura hanno stimolato, non ne comprendano lo spessore …. non capiscono che da quel momento in poi la nostra vita non sarà più la stessa … anche se erano anni e anni che andavamo per la stessa strada …. All’improvviso, a volte, arriva la frattura e … niente è e sarà mai più come prima …. Niente …. a partire da noi … E incontriamo allora, dentro di noi, un qualcun altro che non sapevamo nemmeno che esistesse, oppure … magari ne avevamo avuto una vaga coscienza … come un “mi sembra ….” In quel momento … nel momento della frattura, possiamo resistere …. aggrappandoci per paura a ciò che è stata la nostra vita fino ad allora … E far finta di non aver visto e vissuto la frattura ci chiederà di pagare un prezzo molto alto: rigidità, mancanza di verità, e la paura costante che “quella cosa” (… la frattura) ritorni … Vivere la frattura invece significa abbandonarsi alla vita, avendo la consapevolezza che in realtà non sappiamo dove questo grande fiume ci porterà, quali coste e quali paesaggi vedremo prima di arrivare al grande mare …
Chi non ha mai vissuto la frattura o chi si è voltato indietro rifiutandola … non può e non potrà mai capire cosa voglia dire fare quel salto nel buio … cosa voglia dire la vita dopo ….